Avanti c’è posto! Da Euclide a Moebius, verso la quarta dimensione

Avanti c'è posto2

La geometria si trasforma, spesso e volentieri, in geo…magia: linee parallele che divergono o convergono, segmenti uguali che appaiono più lunghi o più corti, binari diritti e paralleli che diventano un mare in tempesta! Sono illusioni ottiche che invitano a non fidarsi della … prima impressione. La geometria fornisce misure precise, che si dimostrano con distanze, superfici e volumi. Ma tutto ciò che vediamo con gli occhi è in prospettiva ovvero, le dimensioni degli oggetti osservati sono diverse da quelle reali e misurabili. Il mondo che ci circonda è, pertanto, sempre illusorio! Lo sapevano bene i Giapponesi, con la loro pittura Ukiyoe! E non parliamo di Escher con le sue scale che salgono o scendono continuamente, e le sue acque che, pur precipitando, risalgono invece sempre verso la sorgente!

E che dire di aree doppie, triple e quadruple, tutte delimitate dallo stesso perimetro? E come costruire il triangram, con quattro triangoli e tre rombi? È vero che è più facile del tangram: si noti, infatti, che “tan gram” in piemontese significa tanto cattivo, e basta provare a comporre il quadrato con i sette pezzi a disposizione per capire perché!

Anche dei semplici  anelli di carta (anello normale, anello di Moebius, doppio anello di Moebius) hanno il loro fascino: cosa accadrà tagliandoli longitudinalmente a metà?

PLATOPENTAPOLIEDRO-14002






Durata: 3 ore

Target: 4° 5° anno della scuola primaria

Costo: 7 euro per partecipante



Laboratorio-Museo Tecnologicamente
Piazza San Francesco d'Assisi 4, 10015 Ivrea (TO)
Tel 0125.1961160 / info@museotecnologicamente.it
Crediti