EPSON HX 20, 1982

Epson-HX20 1

Personal computer portatile

L’HX 20 e il Grid Compass 1100, prodotto nello stesso anno, sono i primi computer portatili della storia.
L’HX 20, contenuto in una comoda valigetta di plastica per il trasporto, ha incorporati un lettore di microcassette, con ricerca veloce dei dati, e una stampante.
Il computer, che ha una memoria RAM di 16 KB, può funzionare con 4 pile AA da 1,5 V.
Il display, nonostante le ridotte dimensioni, funziona con un video virtuale di 255 caratteri di ampiezza.






Microprocessore:
N° 2 Hitachi 6301 (8 bit) a 0,6 MhZ

RAM:
16 KB espandibile con cartuccia a 32 KB

Memoria ROM:
32 KB espandibile a 40 KB

Modalità grafica:
120 x 32, monocromatico

Porte input/output:
seriale, lettore codice a barre, registratore

Memoria di massa:
1 minicassetta incorporata (35KB per lato)

Alimentazione:
batterie non ricaricabili e rete

Tastiera:
68 tasti

Dispositivo di stampa:
getto di inchiostro (24 colonne) incorporata

Modalità testo:
20 caratteri x 4 linee

Monitor:
LCD

Software integrato:
BASIC Microsoft

Carrozzeria:
in materiale plastico

Colori:
argento

Produzione:
dal 1982

Dimensione:
29 x 22 x 4,5 cm (LxPxA)

Peso:
1,7 kg



Laboratorio-Museo Tecnologicamente
Piazza San Francesco d'Assisi 4, 10015 Ivrea (TO)
Tel 0125.1961160 / info@museotecnologicamente.it
Crediti